Perlitech®, blocchi da costruzione in perlite espansa Tagliafuoco, Termici, Termoacustici e Portanti


L’INNOVAZIONE ECOSOSTENIBILE; SISTEMA MODULARE IN BLOCCHI DI CLS E PERLITE ESPANSA AD ALTE PRESTAZIONI

12-04-2014 15-40-10

Dall’azione sinergica di due aziende leader di settore, M.V.B. e  PERLITE ITALIANA, nasce PERLITECH®, la nuova Linea di blocchi da costruzione che riassume i concetti dell’edilizia contemporanea: costruire sostenibile per garantire un comfort abitativo di qualità.

12-04-2014 14-46-05

Perlitech® Tagliafuoco è il nuovo blocco alleggerito a base di cemento e PERLITE espansa per la protezione passiva dal fuoco dalle prestazioni eccezionali: testato e certificato secondo D.M.16/02/2007 in conformità alla UNI EN 1364-1.

Perlitech® Tagliafuoco con soli 8 cm di spessore è in grado di garantire E.I. 120, valore equivalente ottenibile con un blocco multi camera o pieno da 18 cm con ben 20 cm di intonaco (tabelle  D.M. 16. 02. 2007) .

Perlitech® Tagliafuoco viene proposto negli spessori 8, 12 e 20 cm.

12-04-2014 14-47-12

Facile da posare e leggero, risulta la soluzione ideale per realizzare compartimentazioni e murature faccia a vista anche di grandi dimensioni in ambienti residenziali, commerciali ed industriali.

12-04-2014 15-29-38 12-04-2014 15-09-26

Adatto per pareti di compartimentazione antincendio interne ed esterne, in box, garage interrati, cantine, capannoni industriali, locali caldaia, centrali termiche.

E.I. NON PIÙ R.E.I. dal 24 settembre 2007, l’entrata in vigore delle nuove normative, che si applicano a tutti i progetti approvati dal Comando dei Vigili del Fuoco dopo il 24 settembre 2007, rivede sostanzialmente la classificazione e il sistema di calcolo riferito alla resistenza al fuoco degli elementi da costruzione

La resistenza al fuoco degli elementi costruttivi, identificata con la lettera R, si applica esclusivamente alle murature portanti, quelle ad esempio che supportano il peso di un solaio.

12-04-2014 15-31-25

La sigla E.I. (acronimo di ERMETICITÀ AI FUMI e ISOLAMENTO termico) si applica invece alle pareti non portanti, cioè quelle che non devono supportare il peso di un solaio e, ad esempio, sono inserite in una intelaiatura in cemento armato.

12-04-2014 15-10-01

Ricordo inoltre dal 25 Settembre 2012 è scaduta la possibilità di utilizzare i vecchi rapporti di prova redatti in conformità alla circolare 91/61.

Tutte le soluzioni con valenza E.I. (murature non portanti) e R.E.I. (murature portanti) devono essere progettate e validate da un professionista abilitato


Il sistema Perlitech® comprende anche le linee, Termico, Termoacustico e Portante, in grado di soddisfare tutte le esigenze di cantiere e di progettazione.

12-04-2014 15-06-30

Perlitech® Termico è il blocco rettificato per tamponamenti esterni, posabile a colla in tempi ridotti e facilitando ogni operazione di cantiere. Disponibile negli spessori 25 e 30 cm, garantisce prestazioni di termoisolamento eccezionali ( U=0,30 W/m2K) e presenta inoltre ottime caratteristiche di resistenza al fuoco.

La rettifica del blocco aumenta di circa il 20% le prestazioni termiche e meccaniche della muratura; la soluzione del cappotto esterno consente di ridurre al minimo i ponti termici e la possibilità di realizzare cappotti con molteplici isolanti rende infine il blocco particolarmente indicato per ogni tipo di contesto costruttivo.

12-04-2014 15-11-40

Perlitech® Termoacustico garantisce, negli spessori 25 e 30 cm, un notevole potere fonoisolante (> 50 dB), ottime prestazioni di isolamento termico e di resistenza al fuoco (EI 240), tutto in un blocco estremamente leggero e facile da movimentare e posare.

12-04-2014 15-12-38  12-04-2014 15-14-16

Perlitech® Portante unisce alle elevate prestazioni meccaniche ottimi inerzia termica e isolamento acustico. Si tratta di un sistema costruttivo che consente la realizzazione di edifici senza il getto di travi e pilastri tradizionali, ma tramite l’uso di casseri pilastro e architrave.

Come tutte le soluzioni della gamma Perlitech® portante è facile e veloce da posare.

Il sistema può essere rivestito con soluzioni di isolamento a cappotto, eliminando ogni forma di dispersione di calore.

Pannelli isolanti e intonaci possono facilmente essere applicati ai blocchi grazie alla sua superficie grezza, che garantiscono un ottimo “grip” di aggancio.

12-04-2014 15-30-42 12-04-2014 15-16-21

Una ideale stratigrafia per un blocco portante PERLITECH prevede;

LATO ESTERNO: l’impiego dell’intonaco termico NATURCAP a base di calce NHL e granuli in sughero, la finitura con INTONACHINO TF e la tinteggiatura scelta.

SCHEDATECNICANATURCAP

intonachino tf

LATO INTERNO: l’intonaco adatto è il duttile INTONACO R a base di calce aerea e pozzolana reattiva rifinito sempre con INTONACHINO TF (più eventualmente INTONACHINO TL per una finitura a marmorino liscio civile) e la tinteggiatura scelta.

intonaco r

intonachino tl

Le soluzioni Perlitech® sono inoltre in grado di contribuire all’ottenimento dei crediti LEED.

g

Per ulteriori informazioni visitare www.perlitech.it e www.perlite.it

Brochure-Perlitech-blocchi-cemento-perlite

LA PERLITE ESPANSA

La PERLITE è una roccia vulcanica della famiglia delle rioliti e daciti, mentre in natura si presenta in varie colorazioni, nella forma espansa è di colore bianco

12-04-2014 15-39-37

QUALITÀ TERMICHE

La PERLITE quando viene portata a elevate temperature, comprese tra gli 850 e i 1000°, ha la capacità di espandere il proprio volume fino a 20 volte rispetto a quello originale.

Il processo di espansione deriva dalla vaporizzazione dell’acqua rimasta confinata nelle porosità della roccia e determina la formazione di micro cavità che conferiscono alla perlite espansa la sua straordinaria leggerezza (ha una densità compresa tra i 35 e i 100 kg a metro cubo) e quindi l’eccezionale potere isolante: con una densità di 100 kg a mc e a 4°, la conduttività della perlite espansa è di 0,042 W/mK, valore inferiore rispetto a quello registrato a 24°, pari a 0,05.

Quindi con l’abbassarsi della temperatura migliorano le sue caratteristiche di termoisolamento.

La struttura dei granuli, evidenziata mediante immagini raccolte con microscopio a scansione elettronica (SEM), è caratterizzata dalla presenza di porosità aperte (canalicoli che costituiscono una fitta rete) e chiuse (celle e cavità isolate).

22-04-2014 12-43-37

La contemporanea presenza di queste caratteristiche è tale da conferire alla roccia un alto potere traspirante (grazie alla porosità aperta) e allo stesso tempo elevata impermeabilità all’acqua nel nucleo del granulo (per effetto della porosità chiusa).

LOW EMISSION

t

Durante l’intero processo produttivo e anche una volta messa in opera, la PERLITE espansa non rilascia VOC (Volatile Organic Compounds) di fibre, Radon, gas tossici e particelle pericolose.

PROTEZIONE AL FUOCO

i

Per la sua elevata temperatura di fusione (circa 1200°) PERLITE non partecipa alla combustione. Infatti è classificata incombustibile al D. M 10/03/2005 in Euroclasse A1.

CHIMICAMENTE INERTE E STABILE

yy

PERLITE è un prodotto inorganico e chimicamente inerte, con un pH neutro compreso tra 6,5 e 7,5. Inoltre mantiene inalterate nel tempo le sue caratteristiche prestazionali.

 

GREEN BUILDING

hh

 

Essendo un prodotto naturale e con vocazione ecologica, la PERLITE espansa è stata approvata in bioarchitettura in accordo con lo standard ANAB ed è certificata ICEA.

 

FOCUS NORMATIVO

LA NUOVA NORMATIVA ANTINCENDIO

D.M. 16.02.2007

“Classificazione di resistenza al fuoco di prodotti ed elementi costruttivi di opere da costruzione”

 

D.M. 9.03.2007

“Prestazioni di resistenza al fuoco delle costruzioni nelle attività soggette al controllo del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco”.

 

Circolare n.1968 – 15.02.2008

del Ministero dell’Interno ” Pareti di muratura portanti resistenti al fuoco”.

 

Lettera Circolare – 31.03.2010

“Certificazione della resistenza al fuoco di elementi costruttivi – murature”

12-04-2014 15-38-55

LA PROTEZIONE AL FUOCO

D.P.R. 151 – 1.08.2011

“Regolamento recante semplificazione della disciplina dei procedimenti relativi alla prevenzione

degli incendi”.

 

D.M. 7.08.2012

“Disposizioni relative alle modalità di presentazione delle istanze concernenti i procedimenti di

prevenzione incendi e alla documentazione da allegare “ai sensi dell’articolo 2, comma 7 del

DPR 1 agosto 2011, n° 151”

 

D.M. 14.01.2008

Norme tecniche per le costruzioni

 

EN 1996-1-2 : 2005

Eurocodici EN – Progettazione di strutture in muratura

 

D.P.R. 151 E LE RESPONSABILITÀ DEL PROGETTISTA

Dal 24 settembre 2007, con il D.P.R. 151 dell’1.08.2011 – “Regolamento recante semplificazione della disciplina dei procedimenti relativi alla prevenzione degli incendi”, aumentano le responsabilità del progettista.

Il D.P.R. ha semplificato l’iter procedurale per la prevenzione incendi, suddividendo in tre categorie, in base al livello di rischio, le attività soggette alla normativa.

Solo per la classe di rischio più elevata è previsto il rilascio del Certificato di Prevenzione Incendi, mentre la prima e la seconda categoria sono state esonerate dalla richiesta del C.P.I.

Rimane però a carico del tecnico la responsabilità di asseverare la rispondenza del progetto alla normativa vigente in fatto di prevenzione incendi.

QUALI PROVE

La lettera Circolare del 31.03.2010

Per determinare i valori di R.E.I. ed E.I., degli elementi costruttivi la Lettera Circolare del 31.03.2010 prevede che la classificazione venga effettuata per metodo tabellare o tramite prove sperimentali.

Per tutte le tipologie di blocchi tagliafuoco prodotte da M.V.B. e  PERLITE ITALIANA, i valori di resistenza al fuoco sono stati ottenuti da prove di laboratorio e da tabelle ministeriali, secondo le più recenti normative.

 

Annunci